sabato 23 febbraio 2013

Voglia di Valtellina

Spesso mi trovo a fantasticare ed a fare la lista dei prossimi viaggi... e la wish list si allunga.

Stamattina leggevo un articolo sul Trenino Rosso del Bernina, un treno che partendo dall'Italia giunge, attraverso il Passo del Bernina appunto, fino in Svizzera passando tra le Alpi arrivando sino a St.-Moritz.
Questo viaggio, che ripercorre le vie che un tempo erano battute da mercanti e pellegrini, mi affascina particolarmente, tanto è vero che è nella wish list già da un po'.

E stamane, mentre mi documentavo su questo viaggio, l'occhio mi è caduto sui prodotti tipici della Valtellina: il grano saraceno, la bresaola, il bitto e tanti altri formaggi saporiti.
Pensando a cosa preparare per pranzo, mi è venuta una mezza idea di cucinare i pizzoccheri [vista anche la stagione e la neve che ha ricominciato a scendere lieve]. 
Ma all'ultimo momento la decisione si è spostata invece sui Ravioli di saraceno alla Bresaola.


La ricetta è tutto sommato piuttosto semplice; la parte più elaborata è proprio la stesura della pasta e la farcitura dei ravioli.

Nel caso foste ispirati, vi suggerisco la ricetta.



       
Per la pasta procuratevi:

  • 200 gr di farina bianca
  • 100 gr di farina di grano saraceno
  • 1 uovo
  • 10 gr di sale
  • 1 cucchiaio di olio d'oliva
  • 75 gr di acqua
Per il ripieno serve:

  • 220 gr di Bresaola
  • 300 gr di Ricotta
Amalgamate tutti gli ingredienti per la pasta e quando avrete ottenuto un impasto piuttosto elastico avvolgetelo nella pellicola e mettetelo da parte a riposare.
Intanto preparate il ripieno frullando la bresaola non troppo fine [non è male sentirne qualche pezzo nel ripieno mangiando i ravioli] e poi aggiungete la ricotta e mescolate bene il tutto.




Stendete delle strisce di pasta spesse circa 2 mm e larghe 12 cm. Distribuite delle nocciole di ripieno ad una distanza di qualche cm l'uno dall'altro e ripiegate la pasta su se stessa. 
Chiudete bene premendo con le dita attorno all'impasto e poi tagliate i ravioli a forma quadrata [se avete la rotella a zig zag saranno più carini, altrimenti potete usare un tagliapizza].




Lasciateli asciugare per una mezz'oretta e poi i ravioli saranno pronti per essere cotti! Io li ho fatti cuocere circa 8 minuti in acqua salata.
E poi li ho conditi con un semplice burro alla salvia e spolverati di parmigiano grattugiato.





2 commenti:

  1. ma che bravi!! la valtellina è notevole... e il suoi prodotti gastronomici, pure... il bernina mi manca, ma è nella wishlist... chissà che se si fa la settimana bianca a bormio non si vada! poi vi racconto... baci

    RispondiElimina
  2. Grazie per essere passata, Silvia! Più prendo info sul Trenino e più vorrei avere il teletrasporto ed essere già là! :)

    RispondiElimina

Il tuo commento alimenta il mio blog :)
Grazie!