domenica 3 marzo 2013

Boston: la città e il Freedom Trail

Il primo viaggio on the road negli USA è iniziato a Boston.
Siamo arrivati il pomeriggio tardi da Parigi e la prima sera l'abbiamo passata fuori città, sull'oceano, dove avevamo prenotato l'hotel.
Spesso quando visito delle grandi città ed ho l'automobile pernotto fuori dal centro, innanzi tutto per trovare degli hotel che non costino un occhio della testa e poi per potersi muovere agilmente verso la meta successiva.

State House

Documentandoci sulle guide turistiche, sui blog e poi sperimentandolo direttamente, abbiamo scoperto che il modo migliore per visitare Boston è percorrere il Freedom Trail, un itinerario a piedi lungo il quale scoprire la storia di questa meravigliosa città più europea di tante altre del New England.
Questo cammino lungo la città è segnato da una doppia fila di mattoni rossi che talvolta incontrano dei tondi bronzei ad indicare le varie tappe o i monumenti più significativi.



Il percorso è lungo circa 6 km e inizia dal centro visitatori del parco Boston Common ed il primo edificio significativo che incontriamo è la cupola dorata della State House.

Trail Map (da www.boston.world-guides.com)

Tra un mattoncino e l'altro non possiamo esimerci da fare una tappa da Starbuck's...e prendere un gigantesco frappuccino. 



Vi consiglio di fermarvi al Quincy Market è il paradiso del cibo, di ogni genere di cibo.
All'interno di questo edificio che veniva inizialmente utilizzato per il mercato, oggi trovate ristorantini che cucinano ogni tipo di petanze: dal ristorante thai a quello messicano, dal fast food con hamburger e hot-dog al ristorante italiano. E nel centro c'e' una grande sala a due piani con tavoli e sedie dove consumare il proprio pasto.



Accanto al Quincy Market ci sono anche dei negozi interessanti, ivi compreso il famoso Ambercrombie & Fitch...ed ecco allora che una puntatina lì è d'obbligo, se non altro per sentirsi rimbombare dentro la musica "a palla" ed entrare nella nuvola di profumo che aleggia immancabilmente in ogni negozio della catena famosa in tutto il mondo.

E dopo la pausa di caffè e shopping siamo pronti per continuare lungo il Trail. La prossima tappa da non saltare assolutamente è il sito del massacro di Boston, dove caddero le prime vittime della Guerra di Indipendenza e poi "little Italy" nella zona di Hanover Street dove ci sono ancora trattorie e locali tipici di classico stile italiano.

Percorrendo il lungo Charlestown Bridge passiamo dal quartiere di North End a quello di Charlestown per andare a visitare la USS Constitution, la nave da guerra armata ed equipaggiata più antica al mondo. 
Qui le guide, vestite da marinai, spiegano la storia della nave prima di introdurvi all'interno dell'imbarcazione.
Dobbiamo ammettere che questa passeggiata non è affatto leggera, alla fine del pomeriggio i km nelle gambe si fanno sentire, ma è soltanto così che si può ripercorrere la storia di Boston in tutte le sue tappe.



Per la sera vi raccomandiamo invece un ristorante nella elegante Newbury Street. 
Questa via è famosa per i negozi delle marche più note e dello struscio serale. Qui si trovano ristoranti per tutti i gusti e per tutte le tasche e in estate è davvero molto bello sedersi all'aperto, sotto gli alberi illuminati, e rilassarsi a fine giornata osservando i giovani bostoniani passeggiare e godersi l'atmosfera.




Ubicazione: Boston, Massachusetts, Stati Uniti

2 commenti:

  1. Saremo a Boston il primo dicembre, non vedo l'ora di percorrere il Freedom trail con la mia piccola e trasmetterle il mio amore per gli USA, per noi sarà il terzo on the road, per lei il primo (avrà 14 mesi!) Grazie di avermi portato con la mente già a Boston!

    RispondiElimina
  2. Che bello!!! L'esperienza on the road è sicuramente la migliore, e anche con una bimba piccola sarà sicuramente un'avventura! Facci sapere come va e se Boston ti è piaciuta!

    RispondiElimina

Il tuo commento alimenta il mio blog :)
Grazie!