domenica 17 marzo 2013

Una giornata in Costiera Amalfitana

Quando si pensa alla Costiera, le classiche cittadine che ci vengono in mente sono Amalfi, Sorrento e Positano. Ci sono però anche altre bellissime località meno note.




Abbiamo iniziato la nostra gita da Maiori; la giornata soleggiata era davvero l'ideale per passeggiare sul lungomare. 
La cittadina che si popola di turisti durante l'estate, in inverno, con gli alberghi chiusi, è tranquilla e quasi deserta. E' però un piacere apprezzarla in questo modo.
Dopo una passeggiata nel centro, verso l'interno lungo il fiume, e dopo il primo caffè della giornata, ci siamo avviati verso Minori.

Minori era una tappa obbligata. 
Appassionata spettatrice de "La Prova del Cuoco", apprezzo notevolmente i dolci che il pasticcere Salvatore De Riso propone ogni sabato. 
E proprio a Minori "Sal" De Riso ha la sua pasticceria; il laboratorio è invece nell'interno, a Tramonti.




Ecco allora la seconda tappa, il secondo caffè ma questa volta accompagnato da ottimi dolci: le melanzane al cioccolato [assolutamente favolose], meringa e cheesecake ai frutti di bosco. 




Dopo una passeggiata a Minori ci siamo inerpicati verso Ravello, che sovrasta i comuni di Maiori e Minori dall'alto della rupe.
Il Duomo e Villa Rufolo sono i due tesori di questa cittadina: il Duomo risale all'XI secolo ed è spiccatamente in stile romanico, ad iniziare dal pavimento in salita dall'ingresso fino all'altare maggiore. Villa Rufolo, con il suo meraviglioso giardino, ospita ogni anno il Ravello Festival che comprende manifestazioni di musica classica, cinema, letteratura ed altre arti, alle quali prendono parte artisti di fama internazionale.




Presto si è fatta ora di pranzo e pertanto ci siamo diretti verso Amalfi, la regina della costiera, una delle cittadine più conosciute e più battute dai giri turistici.
Alzi la mano chi, quando sente parlare della Costiera Amalfitana, non pensa ad Amalfi! E quindi anche per noi la sosta era d'obbligo!
Abbiamo visitato il meraviglioso Duomo, che con la sua facciata bi-croma e con la scalinata che sale dall'angusta piazza antistante è un vero e proprio simbolo della città.
E' ovvio che tutti i ristoranti ad Amalfi sono preparati ad accogliere orde di turisti; se però volete togliervi un po' dalla folla e dai classici ristoranti per turisti, vi consigliamo di incamminarvi per la strada che sale dalla piazza del Duomo. 
Noi abbiamo fatto così e dopo la visita ci siamo concessi una buonissima Pizza Margherita [la regina delle pizze, ovviamente!] in una piccola pizzeria di fronte alle scuole.



Nel pomeriggio ci siamo diretti a Positano, la perla della Costiera Amalfitana.
Questa cittadina che sale dal mare arroccandosi alla collina è un vero colpo d'occhio. Lo è quando ci si affaccia dai "belvedere" che ci sono lungo la strada statale della Costiera, ma lo è altrettanto guardando in su dalla spiaggetta.
Le case di Positano sono affascinanti, tanto quanto le scalette che dalla strada principale scendono verso il mare.
Lungo il mare ci sono bar e ristoranti ed è piacevole sostare un attimo e godersi il tepore del sole. 
Attenzione soltanto ai prezzi: un semplice caffè vi può costare anche 4€!




Rientrando a Napoli dopo la gita, possiamo dire di essere stati veramente fortunati, per la favolosa giornata soleggiata e per la bellissima compagnia. 
Visitare la Costiera con qualcuno che la conosce bene, è decisamente un grande vantaggio!

0 commenti:

Posta un commento

Il tuo commento alimenta il mio blog :)
Grazie!