martedì 1 ottobre 2013

Mi piace viaggiare... anche per lavoro!

Stamattina sono partita per un altro viaggio di lavoro.
Come mi capita sovente lavorando per un'azienda svedese, la mia meta è la Svezia.

I voli di mattina presto sono sempre un po' devastanti.
Da casa mi ci vuole circa un'ora per raggiungere l'aeroporto e se si considera che bisognerebbe arrivare circa un'ora prima della partenza dell'aereo, vi lascio immaginare a che ora è suonata la sveglia stamane!
La mia gatta, la mattiniera di casa, mi ha guardato con l'aria di dire "ma ti pare l'ora di alzarti questa?".

Pronta più in fretta possibile prendo trolley, borsa del PC e borsetta e via che si parte in direzione di Torino Caselle.


Valigia pronta!


Strano a dirsi ma quella è decisamente l'ora di punta in aeroporto. Business man e eleganti signore in tailleur sfrecciano a destra e sinistra in mezzo a turisti poco avvezzi alle malizie di chi è abituato a viaggiare.

Mi dirigo al banco del check-in e ho subito il mio buongiorno. Un signore mi passa "elegantemente" davanti in coda adducendo la scusa che lui era in attesa già da prima, al di là del nastro che delimita la coda. 
Mi trattengo dal dirgli che, guarda un po', io ero in coda da quando sono scesa dal letto...inutile, non capirebbe!

La seconda perplessità della giornata [e sono in piedi solo da 2 ore!] mi attende al controllo mag&bag
Metto la borsetta, la borsa del PC [con il PC rigorosamente separato] e la giacca nelle vaschette e poi sul nastro trasportatore e passo sotto l'archetto del controllo. Tutto bene. Recupero le mie cose e l'occhio mi cade distrattamente nella borsetta che era rimasta aperta. Dalla tasca interna mi ammicca la boccettina di profumo che porto sempre con me.
Ma bene!! Mille mila controlli e poi? Una boccettina da 75ml non viene neppure considerata. Avanti così!

Dopo una lunga coda al gate, mi imbarco e riesco finalmente a raggiungere il mio posto. Mi accomodo e leggo tranquilla il giornale.
Mi piace viaggiare con Air Dolomiti, il loro servizio di bordo è davvero un livello più alto di altre compagnie aeree europee, iniziando dall'equipaggio e proseguendo dalla varietà dei pasti. Brioche e caffè alle 7,30 sono davvero un piacere.


La colazione sul volo AirDolomiti


A Monaco di Baviera ho uno stop di mezz'ora soltanto, ma è sufficiente per raggiungere il gate e imbarcarmi con tranquillità sul prossimo volo verso Goteborg.
E' vero...c'è ancora l'Oktoberfest! Me lo ricordano alcuni buffi signori svedesi vestiti con i tradizionali abiti bavaresi [calzoni di velluto al polpaccio e giacca con il colletto stile coreana] e un buffo cappello piumato.

Mi sistemo in aereo, questa volta per fortuna non ho nessuno seduto accanto a me e mi metto comoda.




Leggo un po' e poi quando abbiamo il via libera accendo il PC e ritocco velocemente una presentazione che mi servirà per la riunione del pomeriggio, infilo le cuffie nelle orecchie e mi sparo Ivete Sangalo per darmi ritmo, allegria e grinta.

Arrivo a Goteborg puntualissima, una breve sosta per recuperare la valigia, salto nel taxi e via verso l'ufficio.
Eccomi pronta per affrontare la lunga giornata. 


Quanto è bello il cielo blu della Svezia!


Quanto mi piace viaggiare, si è capito??!!!

2 commenti:

  1. Che dire, ti invidio!!! Anche se è per lavoro un viaggio è sempre un viaggio....se in Svezia (o comunque in Scandinavia) ancora meglio!!

    RispondiElimina
  2. hai ragione Paolè... basta viaggiare per essere felici!!

    RispondiElimina

Il tuo commento alimenta il mio blog :)
Grazie!