venerdì 9 maggio 2014

Children for Children

Maggio è il mese dei fiori, questo è valido un po' in tutti i paesi del nostro vecchio continente.
A sud forse i fiori iniziano a sbocciare prima, soprattutto in annate come questa dove la primavera pare arrivare in anticipo.

Qui in Svezia, maggio è davvero il mese dei fiori, gli alberi in questi giorni sono tutti fioriti, nei giardini spuntano i primi fiori e tutti gli svedesi trascorrono il tempo libero in giardino abbellendolo con ogni sorta di piante fiorite o innaffiando i bulbi che stanno regalando splendidi e colorati tulipani, narcisi e giacinti.



E proprio dato che maggio è il mese dei fiori, i bambini svedesi si rendono parte attiva nel supporto alla comunità e soprattutto alle categorie più bisognose. 
Majblomman è infatti un'iniziativa dei bambini per aiutare altri bambini.
Ogni anno i bambini delle scuole elementari vendono i "Majblomman" (letteralmente fiori di maggio) per raccogliere fondi da destinare ad un'organizzazione che aiuta altri bambini svedesi più bisognosi. 
Questa associazione aiuta economicamente i piccoli in attività che le famiglie non potrebbero altrimenti sobbarcarsi come gite scolastiche, attività sportive extra scolastiche, ecc.
Una minima parte del ricavato viene data ai bambini che si impegnano in prima persona alla vendita, una sorta di piccolo compenso per il buon lavoro fatto.



Ci sono tre versioni di Majblomman: uno molto semplice in carta con un lungo spillone, un altro più grande che rappresenta una ghirlanda di fiori e infine una pin in metallo.
Ogni anno la combinazione dei colori cambia e molte persone si appassionano addirittura alla collezione di queste spille.



Se girate in centro città e vedete dei banchetti con i Majblomman, allora, pensate che è per una buona causa, per i bambini che aiutano i bambini e che ci credono davvero!

Parlando con la figlia di una mia collega, che è la bambina dalla quale ho acquistato i miei Majblomman, mi ha innocentemente detto che è contenta di venderli perchè sa che altri bambini come lei potranno fare cose che altrimenti non avrebbero avuto l'opportunità di provare. 
E questa cosa mi ha davvero impressionato; fare qualcosa per gli altri senza pensare al ritorno personale è qualcosa che dovremmo ritrovare anche noi adulti.


Ubicazione: Svezia

1 commento:

  1. Bellissima iniziativa e poiché sono in Svezia spero proprio di poter dare il mio contributo

    RispondiElimina

Il tuo commento alimenta il mio blog :)
Grazie!