martedì 15 agosto 2017

Tra natura e buon cibo in Val di Fiemme con l'ospite del mese

Una vacanza che consiglierei no solo a chi ama la montagna è in Val di Fiemme nelle splendide Dolomiti tra la Marmolada (3342 mt) ed il Corpo d’Ega (2799 mt).
La Val di Fiemme è una delle principali valli Dolomitiche che insieme alla Val di Fassa e Val di Cembra costituiscono le valli della provincia di Trento. 




E' situata tra i parchi naturali di Panaveggio Pale di San Martino e quello del Monte Corno
All'interno è incastonato il comune di Predazzo che in dialetto vuol dire “Prato Grande”; inizialmente Predazzo era l’evoluzione medievale di 12 masi, solo successivamente i masi assunsero il nome comune di Predazzo e nel 1318 questi formò un quartiere della Comunità assieme a Moena, Forno e Doiano. Nel gennaio 1888 fu elevata a borgata dall'imperatore d’Austria Francesco Giuseppe d’Asburgo. Da ricordare la “Regola Feudale” che ancora vige a tutt'oggi: la tradizione vuole che fu Margherita Maultasch, contessa del Tirolo, a lasciare il Monte Feudo ai Predazzani nel XIV secolo. La Regola Feudale è quindi una proprietà di diritto privato, di 19 famiglie, la cui successione avviene in linea mascolina secondo il diritto gerarchico. 
Il giorno di San Martino (11 Novembre) vengono ritirate da ogni vicino le “regalie”, che sono parte degli ultimi proventi della gestione del bosco. 



Predazzo ha avuto ospiti illustri come Alcide De Gasperi, Aldo Moro e Margarete von Tirol-garz contessa del Tirolo.

D'estate si possono fare passeggiate in bici utilizzando i percorsi per mountain bike o le piste ciclabili, ma anche a piedi: si può partire dai 1018 mt di Predazzo ed arrivare ad oltre 2000 mt fra boschi di abeti; per i più piccoli poi ci sono parchi giochi e bellissimi parchi didattici immersi nella natura.






Per la stagione invernale nel Comune di Predazzo sono presenti due centri sciistici e km di piste per la pratica di sport invernali: discese con gli sci, tavole da snowboard, sci di fondo, slittini e bob.

Da ricordare per gli amanti del “Grande Ciclismo” 2 grandi passi che hanno fatto la storia del Giro d’Italia: il Passo Rolle (altitudine 1984 mt) ed il Passo Sella (altitudine 2240 mt) grandi nomi passarono su queste alture come Fausto Coppi e Gino Bartali che disse “E’ bello scalare i monti, perché sei più vicino a Dio”.




Situato nel centro del Paese si trova l'Hotel Ancora gestito dalla famiglia Caraffonara fin dal lontano 1880; ''le ancore'' erano delle postazioni dove i viandanti potevano far riposare e/o sostituire i cavalli e proseguire per il loro viaggio. Potrete gustare tutte le prelibatezze della cucina locale e la sera a ritorno dalle attività invernali o estive, potrete rilassarvi nel centro benessere, attrezzato con centro massaggi ed una spa con sauna finlandese, bagno turco, vasca idromassaggio ed un percorso Kneipp.











Sono tornato con piacere dopo anni in questi luoghi a me cari, mi ricordano la mia infanzia essendo il luogo dove mio padre portava me e mio fratello in vacanza.
Mi ricordo ancora quando a Santa Caterina di Valfurva, con mio fratello, trovammo un prato un po' in pendenza e ci divertimmo a rotolare e giocare al pallone, tanto che sembrava ci fosse passato Attila con tutto il suo esercito; mio padre al ritorno ci sgridò anche perchè avevamo rovinato tutti i vestiti. In albergo, la sera, poi scoprimmo che quello che noi consideravamo un semplice prato era in realtà un campo protetto con una flora molto delicata; credo stiano ancora cercando i colpevoli, spero ormai il reato sia in prescrizione :)


Non resta dunque che augurarvi un buon soggiorno nella Val di Fiemme e mi raccomando, se andate in estate fate attenzione ai prati in cui deciderete di rotolarvi! 

2 commenti:

  1. Che bei ricordi, quando l'unico pensiero che si aveva era quello di divertirti. Poi se ricordi bene capitava che mentre stavi a scuola papà veniva a prenderti e si partiva per andare a fare la settimana bianca percorrendo un sacco di km con l'opel cadet rosso vermiglio.

    RispondiElimina
  2. Le emozioni che arrivano dai ricordi d'infanzia hanno un sapore particolare, grazie per averle condivise con tutti noi.

    RispondiElimina

Il tuo commento alimenta il mio blog :)
Grazie!