giovedì 29 marzo 2018

Gialle&Co: le baked potatoes a Milano

Lo scorso weekend siamo state a Milano per fare turismo shopping e respirare un po' l'aria della metropoli caotica ma sempre attiva.

Ogni tanto ci piace uscire dalla nostra realtà sabauda per andare a scoprire le novità dall'altra parte della linea ad alta velocità. Complice infatti una connessione tra Torino e Milano comoda e veloce, talvolta è piacevole anche solo trascorrere una giornata diversa con le amiche per un giro tra negozi, mostre e musei.

Questa volta la scusa principale era la mostra su Frida Kahlo al MUDEC. Dopo essere state a quella di Genova e quella di Roma, non potevamo mancare a Milano!

In questa occasione abbiamo scoperto un locale originale [per i nostri standard] e dove abbiamo pranzato sabato, con Chiara la nostra amica del blog Con un Viaggio nella Testa: Gialle&Co. in via Volta 12, zona Moscova.

 Il locale, studiato nei minimi particolari, ha al suo interno l' originalissima facciata di una serra che divide la zona ristorante dalla cucina. Anche gli arredi e le decorazioni sono pezzi di recupero. Quella che più ci è piaciuta è la fontana liberty a parete che era originariamente in un parco di una villa nobiliare e che adesso spilla acqua naturale e frizzante servita ai clienti.

Ma come nasce questo locale che è diventato ormai un brand, tanto che se si parla di Gialle a Milano viene immediatamente associato alle baked potatoes?
Cinque amici, durante un viaggio a Londra, a cena in un pub, assaggiano le baked potatoes che a detta della proprietaria del pub sono le migliori della città. Forse per i gusti inglesi, ma sicuramente non per quelli italiani; ed ecco che allora parte la sfida per rendere questo piatto più soddisfacente e meno pesante.



Da Gialle&Co. sono baked potatoes per tutti i gusti: vegetariane, meatariane, vegane e fishyteriane, e oltre ad accontentare i gusti diversi si possono accontentare anche i diversi tipi di fame. Le baked potatoes vengono infatti servite in forma normale e in forma mini.

Quelle in formato "mini", che abbiamo scelto per poterne assaggiare più versioni, si mangiano in uno o al massimo due bocconi e vengono servite in carinissimi portauova di cartone.



Oltre a servire pranzo e cena, Gialle&Co. organizza anche un originale aperitivo a 9 euro: 2 mini baked + un tagliere di salumi e formaggi + una birra artigianale. Un'idea sfiziosa di ritorno dallo shopping o per iniziare bene la serata.

Tranquilli che da Gialle&Co non ci sono solo patate. Noi abbiamo provato le insalate - per nulla banali e con abbinamenti golosi come finocchio + salmone + olive + arancia - e le zuppe, la vellutata di zucca con caprino e crumble di pane è assolutamente da assaggiare!



Non paghe di quanto abbiamo assaggiato, ci siamo fatte svelare una ricetta fresca fresca, quella della Baked Potato di Pasqua : costine di agnello al miele su crema di fave aromatizzate alla menta.
E qui trovate la ricetta per provare a prepararle a casa



Baked speciale Pasqua

Ingredienti:

  • 250 gr costolette d’agnello
  • 100 gr fave
  • q.b. olio di oliva extravergine
  • q.b. erbe aromatiche
  • q.b. pepe
  • q.b. sale grosso
  • 1 cucchiaio miele di acacia
  • mezzo spicchio aglio
  • q.b. burro
  • 2 foglie menta
  • q.b. pecorino
  • mezzo cucchiaino aceto bianco



Per la patata:

Lavare la patata, asciugarla, ungerla con olio, salarla e infornarla a 180 gradi per 55 minuti. Successivamente mantenere la patata a una temperatura costante che va dagli 80 ai 100 gradi.

Per le costine di agnello:

Lavare e tritare le erbe e mescolarle al miele. Soffriggere in padella con aglio e burro e rosolare le costolette: quando dorate cospargere con il miele aromatizzato e lasciare insaporire per qualche minuto.

Per la crema di fave:

Far bollire le fave pochi minuti, togliere la pelle, frullarle con olio, menta, sale, pecorino, un goccio d'aceto e uno spicchio d'aglio.

Preparazione:

Togliere la patata dal forno, tagliarla a metà, salarla e mantecare l'interno. Coprire con la crema di fave, disporre le costine.



0 commenti:

Posta un commento

Il tuo commento alimenta il mio blog :)
Grazie!