mercoledì 13 febbraio 2013

Abu Dhabi e Dubai: una vacanza inaspettata

Quell'anno già immaginavo che l'estate sarebbe trascorsa calma e tranquilla e forse anche un po' noiosa.
Non avevo pianificato nulla, nessun viaggio, nessuna vacanza.

Poi, come un fulmine a ciel sereno, da 5000 km di distanza mi giunse la proposta: Emirati Arabi!
Non potete immaginare la sorpresa e l'eccitazione. 

E allora via a prenotare il biglietto aereo.
Qualche giorno prima della partenza, scendendo le scale, volai gli ultimi tre scalini e mi procurai la distorsione del metatarso. 
Una mattinata al pronto soccorso, un po' di pratica nei giorni successivi con le stampelle e dopo neppure una settimana dall'incidente arrivò il giorno della partenza.

Sono abituata a viaggiare, ho già viaggiato da sola, con i famigliari, con gli amici, con i colleghi, ma mai mi era capitato di fare un viaggio "assistita". Spesso girando per gli aeroporti avevo visto persone sulla sedia a rotelle assistiti dal personale dedicato.
Ebbene, il viaggio negli Emirati lo feci così anche io!
Un'esperienza insolita, davvero, ma che mi diede la possibilità, una volta giunta ad Abu Dhabi, di lasciare l'aereo e uscire dall'aeroporto con la valigia al seguito in meno di 10 minuti.

Alloggiavamo allo Sheraton di Abu Dhabi. Uno spettacolo!
L'ingresso imponente ed elegante, i ristoranti superlativi e la piscina ...pardon, le piscine dove rilassarsi: un sogno !






A causa del mio piede ancora piuttosto gonfio limitammo gli spostamenti e dovemmo rinunciare alla escursione nel deserto.
Solitamente trascorrevamo mezza giornata in piscina a rilassarci e a goderci il caldo e il resto della giornata in giro per Abu Dhabi.

Il caldo era davvero terribile; più di tutto lo era l'umidità. 
Ed è proprio per questo motivo che girando in auto non si vedeva anima viva passeggiare in strada. 
Si passava da un locale climatizzato all'altro e per spostarsi non si poteva fare a meno dell'automobile, anch'essa rigorosamente con l'aria condizionata accesa.

Ad Abu Dhabi ci divertimmo a visitare il centri commerciali.
Il Marina Mall è uno spettacolo per gli occhi ...ma anche per il portafoglio.
Negozi di lusso e ancora di più, ristoranti, bar e una pista per il pattinaggio sul ghiaccio è quello che offre ai visitatori.




Ma per vedere i centri commerciali più pazzeschi del mondo bisogna andare a Dubai.






Una giornata la dedicammo a Dubai: il centro commerciale Mall of the Emirates con una pista da sci con impianti di risalita funzionanti 365 giorni l'anno, il The Dubai Mall con un gigantesco acquario nel quale è possibile fare immersioni con le bombole e attraversare un tunnel di vetro per vedere tutti i tipi di pesci nuotare, il Souq con i negozietti di prodotti tipici, e infine una visita ed un pranzoal Burj-Al-Arab: il famoso hotel a 7 stelle.




Anche ad Abu Dhabi non ci siamo limitati a visitare soltanto i centri commerciali.
Un pomeriggio, dopo aver preso il tè all'hotel più lussuoso di Abu Dhabi, l'Emirates Palace, abbiamo visitato l'Heritage Village: la ricostruzione di un villaggio degli Emirati prima del boom petrolifero.






E poi la Grande Moschea, davvero da non perdere quando si visita Abu Dhabi.
La Sheikh Zayed bin Sultan Al Nahyan Mosque è una delle più grandi al mondo ed è in grado di ospitare fino a 10000 persone contemporaneamente.
E' costruita accanto al mausoleo del Sultano Zayed, il padre fondatore degli UAE. 
Interamente in marmo bianco, è visitabile durante il giorno e le donne devono indossare il caftano nero e coprirsi il capo con un foulard nero per potervi accedere. 
Come in tutte le moschee, nella zona della preghiera, c'è una parte dedicata agli uomini ed una dedicata alle donne, ma al di fuori degli orari canonici di preghiera le donne possono accedere anche nella zona riservata agli uomini.
Il marmo del cortile proviene dalle cave di Carrara: è infatti l'unico marmo che, anche con il sole, rimane fresco e permette alle persone di camminare scalze senza bruciarsi i piedi.




La vacanza negli emirati fu davvero da sogno, per più di un motivo. 

Ora spero di tornarci presto, senza il piede infortunato.
A dirvela tutta sto dando un'occhiata alle crociere negli Emirati perchè dopo averne visitati due mi è rimasta la curiosità di poter vedere anche gli altri.


Ubicazione: Emirati Arabi Uniti

2 commenti:

  1. Fantastica esperienza a quanto vedo! Grazie per il tuo prezioso aiuto!!! :)
    Bel blog! Ti seguo
    Manuela

    http://pensierinviaggioo.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Manuela. Spero tu abbia potuto prendere qualche spunto :)

      Elimina

Il tuo commento alimenta il mio blog :)
Grazie!