venerdì 28 novembre 2014

Tra Spello e Valtopina per Frantoiaperti

Un blog tour per tutti e 5 i sensi....

....se chiudo gli occhi sento ancora la musica dei giorni di festa, gli odori e i sapori caratteristici dei paesi italiani durante le sagre, rivedo gli occhi delle persone che mi hanno accolta, i loro sorrisi, la loro allegria, l'orgoglio di appartenere ad una terra bella e piena di tradizioni, sento sulla pelle quel ''fricciccore'' che si sente quando si sta vivendo una bella esperienza.



Il programma è stato intenso e interessante:

Sabato giro per mercatini di oggettistica e prodotti tipici di Spello, con visita al museo dell'infiorata, uno degli eventi più famosi.

Con immensa gioia sono riuscita ad assaggiare salami di cinghiale e di maiale, tutto rigorosamente fatto nel rispetto per la tradizione e senza glutine né lattosio, quindi anche per chi, come me, ha delle intolleranze!


Ho avuto l'onore di conoscere il sindaco, Moreno Landrini, persona molto fiera del suo paese e molto disponibile, tanto da aprire solo per me le Torri di Properzio per darmi modo di ammirare uno dei paesaggi più belli!!!



Vi consiglio di andare al tramonto, ora in cui Spello dà il meglio di , grazie alle pietre rosa e bianche del monte Subasio: lo spettacolo toglie il fiato...non lo trovate molto romantico? Io me ne sono innamorata!!! 






Domenica mattina si parte in direzione Valtopina, ''passando per il monte'' come, da quanto ho capito, si usa dire lì; mi aspetta la XXXIV Mostra mercato del tartufo e oggettistica nelle strade del paese.








Avrei comprato quasi tutto quello che c'era esposto!! Ma (per la gioia del mio conto in banca) bisogna tornare verso Spello per visitare l'Archivio Storico Comunale (ex chiesa della Santissima Trinità) che espone, per #CHIAVEUMBRA, l'istallazione dell'opera Regesto dell'artista di Foligno (Come) Achille
Un progetto molto interessante che unisce il moderno all'antica tradizione; l'autore infatti, attraverso una ricerca sul web, realizza un libro iconografico, ma forse il termine giusto è COSTRUISCE, perché lo rilega personalmente tramite una tecnica che sta sparendo e che apprende dal signor Marcello Raponi.
Unire web, immagini, una tecnica di rilegatura antica e documentare il tutto attraverso un video dà proprio l'idea che alcune cose forse non si perderanno...



E finalmente ci siamo!!! Inizia la sfilata dei carri per la festa della Benfinita; si respira un'atmosfera di festa, sentir suonare l'organetto mi fa venir voglia di ballare in strada il saltarello o magari una bella mazurca quando sento cantare ''o campagnola bella, tu sei la Reginella, negli occhi tuoi c'è il sole delle viole delle valli tutte in fior''... ed effettivamente vedere tutti, grandi e piccini, ridere, cantare e ballare con occhi così luminosi mi fa pensare che forse ''se vuoi vivere felice devi vivere quassù!!!''








Spero di essere riuscita, attraverso le mie parole e le bellissime foto di GURUSAYS, a trasmettervi quelle che sono state le mie sensazioni.

Ringrazio Frantoi aperti per avermi scelta dandomi la possibilità di fare questa bella esperienza ed Elvio per avermi supportata, sopportata, raccontato la sua terra, trasmesso la sua passione per questi luoghi e soprattutto perché, senza le sue foto, questo articolo non sarebbe stato così ;) 
Ubicazione: Umbria, Italia

2 commenti:

  1. Che meraviglia di posti che abbiamo in Italia, piccoli tesori nascosti.
    MI hai fatto sognare :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Fagro,
      sempre molto carino, concordo con te, l'Italia è tutta da scoprire e io mi sto impegnando ;)

      Elimina

Il tuo commento alimenta il mio blog :)
Grazie!