venerdì 28 ottobre 2016


Continua la nostra avventura attraverso i Food Tour. Dopo aver parlato di quanto ci piacciono e avervi spiegato il perchè ci piacciono, abbiamo ricevuto alcune richieste da voi lettori per andare un po' più in dettaglio nell'argomento.
Questa è una cosa che non può che farci piacere: il contatto con il lettore, l'interesse e l'entusiasmo che ci trasmettete è l'energia che ci fa ancor più venir voglia di scrivere! 

Oggi affrontiamo allora uno degli argomenti principali relativi ai Food Tour: cosa dobbiamo aspettarci quando ne cerchiamo, scegliamo e prenotiamo uno?
Grazie anche al Food Tour a cui ho appena avuto l'occasione di partecipare nei giorni scorsi, a Porto in Portogallo, ho riflettuto su questa domanda in modo da darvi una visione più esaustiva possibile.

Cosa aspettarsi?
Ovviamente ogni città è diversa, è diversa la cultura, è diverso il cibo e sono diverse le persone. Non potete certo aspettarvi, quindi, di trovare lo stesso modus operandi ovunque. Ma anche nella stessa città, non aspettatevi di trovare le cose uguali se scegliete un Food Tour piuttosto che un altro perchè ogni guida avrà il suo stile, le sue preferenze e conoscerà meglio una zona piuttosto che l'altra. E' quindi molto difficile generalizzare, ma ci possono essere alcune cose che sono simili, ad esempio come sono strutturati i Food Tour.

Food tour = walking tour?
Innanzi tutto dobbiamo precisare che spesso e volentieri i Food Tour si svolgono a piedi. 
Sono quindi dei walking tour? Se trovo un'offerta su internet che mi parla di walking tour, posso aspettarmi la stessa cosa di un food tour? La risposta è ovviamente NO, food tour non è uguale a walking tour.
Anche perchè ci è già successo di venire a conoscenza - sebbene non li abbiamo ancora provati - di Food Tour che si svolgono grazie al supporto di un mezzo che trasporta i partecipanti da un luogo all'altro.




Mangerò abbastanza?
I Food Tour sono spesso piuttosto cari. Questa è in effetti la prima cosa che salta all'occhio quando si cerca un food tour e si valuta quale scegliere. Ma se ci soffermiamo a pensare che, solitamente, in un Food Tour che si rispetti, sono previste 5 o 6 soste e serviti non meno di 6-8 cibi tipici, è facile pensare a quanto si debba spendere. Calcolate che l'organizzatore deve pagare il ristoratore e deve anche includere una percentuale per sé. Ma state tranquilli, il Food Tour sostituisce ampiamente un pasto e vi permette di mangiare e bere ben più di quanto avreste mangiato o bevuto in un pranzo o cena.

Ma in pratica cosa accade?
Al momento della prenotazione vi verrà comunicato il luogo dove trovarsi per iniziare il tour [spesso il locale dove si effettua la prima degustazione oppure ad una stazione della metropolitana o ad una fermata centrale dei mezzi pubblici], a meno che non ci sia l'opzione del pick-up in hotel. 
Dopo di che, la guida introdurrà la città in cui vi trovate, tanto dal punto di vista storico e culturale che culinario, e poi si procederà alla degustazione.
Alcuni tour prevedono pochi spostamenti e più degustazioni per locale, altri invece una degustazione per ogni luogo e più passi da fare in giro per la città. Anche il numero di degustazioni varia da un tour all'altro, così come la natura. 
C'è da dire che quasi tutti i Food Tour a cui abbiamo partecipato fino ad ora prevedevano anche alternative per persone con intolleranze e allergie, con l'accortezza di comunicare le necessità con alcuni giorni di anticipo rispetto al tour stesso.




In alcuni locali che visiterete ci sarà la possibilità di acquistare souvenir enogastronomici. Anche qui, in base al tempo previsto in ogni tour, potrete fare shopping subito dopo la degustazione oppure tornerete per conto vostro in un secondo tempo; in ogni caso, per i partecipanti al Food Tour, c'è sempre una percentuale di sconto, che vi verrà riconosciuta presentando il biglietto del tour oppure un coupon che il gestore del locale vi consegnerà durante la degustazione.

2 commenti:

  1. ciao! sarò a Porto fra meno di un mese, puoi segnalarmi che food tour hai fatto? grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Abbiamo fatto il food tour con Taste Porto. Nei prossimi giorni uscirà il nostro racconto, non perderlo!

      Elimina

Il tuo commento alimenta il mio blog :)
Grazie!